Venezia – ChievoVerona: 0-5

Marcatori: 25’ pt (rig.), 29’ pt, 13’ st (rig.), 25’ st (rig.) Vignato, 43’ st Egharevba.

Venezia: Lazar, Bossi, De Grandi, Mozzo (37 st Antinoro), Gabrieli, Poha, Palsson (37 st Botta), Marchesan (18 st Scanferlato), Hasanbegovic (7' st Abubakar), Peresin (37 st Gomiero), Perissinotto. All.: Marangon.


ChievoVerona: Bragantini, Grazioli (29 st Berghi), Lubishtani, Mihai (11 st Meneghini), Nador, Vesentini (11 st Munaretti); Egharevba, Bontempi, Priore, Vignato (29 st Arduini), Sperti (38 st Pavlides). All.: Mandelli


Arbitro: Sig. Bordin di Bassano del Grappa; assistenti: Sigg.ri Torraca e Marzullo
Note: espulso Bossi (V) al 2 st; ammoniti: Poha, Mozzo, Perissinotto e De Grandi (V)


Tornano al successo i ragazzi di Paolo Mandelli nel campionato Primavera 2 e lo fanno infliggendo un perentorio cinque a zero al Venezia in trasferta. Allo stadio Grosso di Roncade si è assistito ad una entusiasmante prova collettiva in cui Vignato è stato il mattatore in fatto di marcature.

Il dominio di Sperti e compagni inizia fin dalla prima frazione, con Vignato che prima converte un penalty nato da una sua giocata in area, poi raddoppia su azione sviluppata da uno schema su calcio d'angolo. La ripresa conferma un identico canovaccio. Il Venezia resta subito in dieci per l'espulsione di Bossi, reo di aver scalciato Vignato, e il Chievo approfitta ulteriormente del vantaggio numerico per triplicare e quadruplicare sempre con il giovane classe 2004, infallibile dal dischetto, per poi calare il pokerissimo in chiusura con la marcatura di Egharevba​.

 

Questo il commento di mister Paolo Mandelli: «Siamo contenti perché era importante lanciare un segnale forte di squadra. Oggi lo abbiamo inviato in maniera forte. Era una partita insidiosa, non bisogna farsi illudere dal risultato finale. Il Venezia è una buona squadra che ci ha creato problemi nel primo tempo, ma i ragazzi sono stati bravi a metterla in discesa».