Queste le parole di mister Alfredo Aglietti, alla vigilia di Ascoli – ChievoVerona, 19^ Giornata di Serie BKT. Fischio d’inizio domani alle 14.00 allo stadio «Cino e Lillo Del Duca».

«Ascoli per me non è una trasferta come le altre. Quando ritorni in un luogo dove sei stato ti affiorano tanti ricordi, in questo caso principalmente belli.  Qualcuno per la verità anche meno bello, perché quella fu una stagione tormentata dal terremoto e da tante nevicate, oltre a qualche difficoltà generale, ma alla fine riuscimmo a conquistare una meritata trasferta.

Anche per questo motivo, so che giocare ad Ascoli è molto difficile, e per noi domani sarà importantissimo approcciare bene la partita, e non sottovalutare in alcuna maniera l’Ascoli. Nel mercato si sono rinforzati tantissimo e sarà una partita molto dura.

Hanno operato tanti cambiamenti nella rosa, e diventa anche un po’ complicato capire con esattezza che squadra ci ritroveremo davanti domani in campo dall’inizio, o chi dei nuovi entrerà a partita in corso. È chiaro che sotto questo aspetto noi dovremo pensare a giocare la nostra partita, facendo bene le cose che abbiamo preparato, rispettando l’Ascoli in tutto e per tutto ma sapendo anche che a livello di preparazione alla partita è una gara particolare, perché ci troveremo davanti una squadra sostanzialmente nuova.

Dobbiamo mantenere la nostra voglia di giocare in maniera propositiva, con aggressività, per fare noi la partita, cercando magari di evitare certi passaggi a vuoto, o comunque cercare di essere più continui durante i 90 minuti. È chiaro che questo non è un aspetto sempre facile da mettere in pratica, perché ci sono sempre gli avversari che vogliono fare altrettanto e metterti in difficoltà. Noi dovremo essere bravi a proporre il nostro gioco, e alla stessa maniera limitare al massimo la voglia che avrà l’Ascoli di portare a casa il risultato.

È normale ipotizzare qualche cambio nell’undici di partenza rispetto all’ultima gara, questa sarà la terza partita di fila, può essere il momento giusto per far rifiatare qualcuno che ha sempre giocato. Detto ciò, manderò in campo la migliore formazione possibile, perché portare a casa 3 punti domani per noi sarebbe molto importante per due motivi: continuare a dar seguito al bel momento che stiamo vivendo, e prepararci nel migliore dei modi alla successiva partita di mercoledì».