Fresco e piacevole è il ricordo dell’ultimo precedente casalingo con l’Empoli. Era il 4 agosto di quest’anno quando le due si contendevano il passaggio alle semifinali di playoff del campionato BKT di serie B. Lo 0-0 al novantesimo (con un rigore per parte neutralizzato dai due portieri) rimandò il verdetto ai supplementari. Al turno successivo accedette poi il ChievoVerona grazie anche a Semper che costrinse La Mantia a un ulteriore errore dal dischetto facendo sì che la miglior classifica (6° posto contro il 7° dei toscani) premiasse i gialloblù in seguito all’1-1 finale maturato nei tempi supplementari grazie alle reti di Garritano e Tutino.

Prima di allora ben 18 sono stati i precedenti interni del Chievo. Uno di essi tuttavia fu giocato a livello di Coppa Italia sul neutro del «Menti» di Vicenza il 17/8/13 e fu vinto col una rete di Radovanovic e un rigore di Théréau.

I rimanenti riguardano la serie C1 - dove si verificò il primo incrocio nella stagione 1989/90 - (0V, 4P, 1S, 3RF, 4RS), la cadetteria (2V, 1P, 1P, 5RF, 3RS) e la Serie A (2V, 6P, 0S, 10RF, 5RS).

Tra gli aneddoti relativi a quest’ultima competizione si annoverano l’ultima segnatura con la casacca clivense di Massimo Marazzina (24/11/02, Chievo-Empoli 1-0), la penultima di Alberto Paloschi (17/01/2016 Chievo – Empoli 1-1) e la 150^ gara del ChievoVerona in serie A conclusa sul 2-2, con Pellissier a ristabilire la parità dopo che gli avversari Riganò e Tavano avevano inficiato l’iniziale vantaggio ottenuto con Semioli.