VIDEO - Amarcord Gialloblù: 1 aprile 2012

In un clima di contestazione verso la squadra gigliata il ChievoVerona gioca un brutto pesce d’aprile alla Fiorentina. Dall’undicesima giornata i gigliati sono affidati a Delio Rossi mentre la squadra della Diga per la terza volta è nelle mani di Mimmo Di Carlo. È un andamento regolare e più che soddisfacente quello sin qui tenuto dalla squadra gialloblù, trovatasi spesso e volentieri nella parte sinistra della graduatoria. Tutt’altra la situazione dei loro odierni avversari che, proprio a fine giornata, si ritroveranno al quart’ultimo posto. Mentre i viola sono costretti a giocare “contro” il loro pubblico (“Solo per la maglia” recita uno striscione in Curva Fiesole), il ChievoVerona deve sfidare la tradizione di un terreno storicamente ostile che, dopo la vittoria all’esordio assoluto in serie A, ha regalato solo tre punti su 21. Già all’andata però il testa a testa si era concluso col successo gialloblù firmato da Luca Rigoni.

 

L’avvio ci mostra una Fiorentina volenterosa ma contratta e un ChievoVerona più libero nelle idee e maggiormente concreto. Prova ne è il vantaggio degli ospiti con Pellissier che approfitta di uno svarione di Natali e si invola fino a dribblare il portiere e depositare in rete. Poco dopo quasi ci scappa il bis mentre ai padroni di casa non restano che le proteste di Amauri - ex di turno - per un presunto rigore. Nella ripresa un piazzato di Ljajic sembra rimettere in partita i toscani ma è un’illusione. A poco dal termine Pellissier ruba palla sulla fascia sinistra e serve Paloschi che entra in area di rigore e fornisce all’accorrente Rigoni un assist preciso sul quale il centrocampista gialloblù si avventa finalizzando così la caparbietà del duo d’attacco. Passerà un mese e mezzo e il Chievo, al 36mo turno, otterrà l’aritmetica salvezza chiudendo in decima posizione con 49 punti.

 

#FiorentinaChievo 1-2: il tabellino del match

Marcatori: 24′ pt Pellissier, 26′ st Ljajic, 43′ st st Rigoni

 

Fiorentina: Boruc; Cassani, Gamberini, Natali, Pasqual; Marchionni (25′ st Lazzari), Behrami, Montolivo, Vargas; Amauri (1′ st Ljajic), Jovetic.

Allenatore: Delio Rossi.

 

ChievoVerona: Sorrentino; Frey, Cesar, Dainelli, Dramé; Luciano (23′ st Hetemaj), Rigoni L., Bradley; Crudazo (38′ Andreolli); Paloschi, Pellissier.

Allenatore: Domenico Di Carlo.

 

Arbitro: Rizzoli di Bologna.

 

Ammoniti: Cesar, Dainelli, Montolivo, Rigoni, Jovetic, Marchionni