Prende forma la nuova Fortitudo Mozzecane!

L’ultimo acquisto di mercato è quello che ha fatto più scalpore di tutti: Valentina Boni, 326 presenze tra Serie A e B e 208 gol realizzati, ha scelto la Fortitudo Mozzecane per continuare la sua brillante carriera. Un talento e un modello di comportamento dentro e fuori dal campo, che si sposa perfettamente con i valori di Fortitudo e ChievoVerona, nuovo sodalizio gialloblù ufficializzato l’8 luglio scorso, e nato sotto i migliori auspici tecnici e sportivi.

«Sono molto contenta di aver firmato per la Fortitudo – le parole della fantasista nata a Peschiera del Garda il 14/03/1983 –. Ho deciso di dire sì istintivamente, ascoltando le mie sensazioni. La passione che muove squadre come la Fortitudo ha giocato un ruolo importante nella mia decisione. Voglio entrare in questa squadra e imparare qualcosa da ogni compagna e da ogni persona nuova che incontrerò».

Sergio Pellissier, responsabile dell'Area Tecnica del ChievoVerona ha aggiunto: «La cosa che ci fa più piacere è che se Valentina Boni ha deciso di rimanere con noi, significa che crede nel nostro progetto. Per il Presidente Campedelli e per tutti noi è una soddisfazione enorme e questa sua scelta dimostra che c'è ancora qualcuno che crede nei nostri valori».

Boni è solo l’ultimo acquisto annunciato dalla Fortitudo Mozzecane, in quella che è stata una settimana di ufficializzazioni per la società fortitudina.

Diego Zuccher il nuovo allenatore
È stato annunciato 24 ore dopo l’ufficializzazione della collaborazione tra ChievoVerona e Fortitudo Mozzecane: Diego Zuccher è l’allenatore scelto per guidare le ragazze della Prima squadra nel campionato di Serie B 2019/20. Zuccher è un tecnico già conosciuto a Verona: c’era lui sulla panchina del Chievo Valpo negli anni della scalata dalla Serie B alla Serie A, disputata per una stagione e mezza. Nel suo curriculum, oltre alla storica promozione nella massima serie calcistica femminile, anche a salvezza raggiunta nella stagione 2017/18.

«Sono molto contento di essere alla Fortitudo Mozzecane – ha dichiarato nei giorni scorsi Zuccher –. Mi hanno convinto il progetto, l’organizzazione, la serietà e la passione che ho percepito nell’ambiente, in primis da parte del Presidente Giuseppe Boni e del Ds Valeriano Bragantini. Questa è una società sana, che ha le idee chiare su cosa vuole fare. Inoltre, avere l’appoggio di una società come il ChievoVerona dà sempre qualcosa in più a livello di immagine, esperienza e professionalità».
 

Lisa Faccioli, il ritorno a casa
Difensore centrale 27enne di Legnago, Lisa Faccioli è stata la prima ragazza chiamata dalla società fortitudina. Il suo è un ritorno a casa: qui ha disputato sei campionati.

«Quando ho ricevuto la chiamata della Fortitudo ho trovato delle persone competenti e serie, che avevano idee chiare e un progetto valido – il racconto di Lisa Faccioli –. Conoscevo già la società visto il mio passato con questa maglia e non ho esitato. Sono tornata perché la Fortitudo rispetto a quattro anni fa è cambiata su alcuni aspetti, migliorando, ma è rimasta uguale sotto l'aspetto umano e la professionalità. Ho trovato delle persone nuove che hanno dato quella spinta in più per ambire a un progetto ambizioso».


In porta arriva Margherita Salvi
La Fortitudo Mozzecane si è rinforzata anche tra i pali, tesserando Margherita Salvi. La giovane, classe 1995, con le sue parate cercherà di tenere inviolata per il maggior numero di partite la porta della rosa del presidente Giuseppe Boni.

«Ho accettato questa chiamata perché ho percepito un spirito costruttivo e volitivo, legato ad un progetto interessante anche per i prossimi anni. Mi aspetto di vivere una bella esperienza, di riuscire a dare il meglio personalmente per dare il mio contributo alla squadra affinché si possa disputare un buon campionato».
 

Daiana Mascanzoni, forze fresche a centrocampo
Daiana Mascanzoni
, centrocampista 26enne è il nuovo tassello per il centrocampo fortitudino: «Sono contentissima di ave firmato per la Fortitudo. La presenza di mister Zuccher che conosco molto bene visto che abbiamo condiviso gli anni al Chievo Valpo e il fatto che conosco alcune ragazze della squadra sono stati due fattori determinanti che mi hanno spinto ad accettare questa chiamata. Ho trovato dirigenti con le idee chiare, che si impegnano al massimo per raggiungere gli obiettivi».
 

Giulia Caliari e Giorgia Bertolotti, i punti fermi della Fortitudo
Per loro si è trattato di una dolce conferma. Giulia Caliari e Giorgia Bertolotti hanno scelto con entusiasmo di accettare la proposta di rinnovo della Fortitudo Mozzecane.

«Sono molto contenta di aver rinnovato – ha rivelato Giulia Caliari, difensore di 24 anni – e ancor più felice di far parte di questa famiglia. L’affiliazione con il ChievoVerona rappresenta una bella occasione di crescita sia per noi ragazze e sia per la società. Finalmente anche noi potremmo essere sullo stesso livello di altre società blasonate che incontriamo nel campionato di serie B».

Anche Giorgia Bertolotti è felice di ripartire con la casacca gialloblù: «In questi mesi ho avuto altre richieste, ma alla fine ho deciso di rimanere qui perché oltre all'aspetto calcistico mi sono trovata bene con la squadra e la società. La rosa sarà rinnovata e rimarremo sicuramente competitive. L’affiliazione con il ChievoVerona può essere importante per il futuro. A piccoli passi credo si possa arrivare a grandi obiettivi visto anche il livello sempre più alto della società di serie A e B».