La Scuola Calcio For Special incontra gli istituti scolastici

Il ChievoVerona convince tutti con la Scuola Calcio For Special, l’attività dedicata ad atleti con disabilità cognitive e relazionali che, a partire dal 2017, offre un percorso di crescita personale in tutti i sensi.

Il progetto, fortemente voluto dal Presidente Luca Campedelli, ha ottenuto fin da subito cospicui consensi tanto da raggiungere un numero di iscritti tale da permettere alla Società di partecipare al campionato di Quarta Categoria, la competizione di calcio a 7 promossa dalla Lega Calcio.

Dopo il debutto all’interno del torneo della Regione Lombardia il ChievoVerona For Special, seguito da allenatori qualificati e/o laureati in Scienze Motorie, ha concluso in questi giorni il suo secondo anno nel campionato sempre dell’Area Nord, ma questa volta per la regione dell’Emilia Romagna.

Al di là dei risultati, i ragazzi protagonisti di questa esperienza hanno dimostrato grande voglia di mettersi alla prova e grazie alla loro attività sono riusciti a coinvolgere anche i bambini di diverse scuole della provincia scaligera. L’attività di promozione, seguita dagli istruttori della squadra gialloblù, si è svolta con il supporto di Cuore Chievo, la ONLUS del ChievoVerona che fin dalle origini ha voluto sostenere questo importantissimo progetto attraverso la figura del suo Presidente, Alessandro Cardi.  Fondamentali, però, sono state anche le famiglie di questi ragazzi e le varie cooperative che operano sul territorio scaligero, tra cui L’officina dell’AIAS, il Don Calabria e la Comunità e alloggio Corte Scolette di Monteforte d’Alpone, che fin da subito hanno accettato questa sfida.

L’intento di questa attività, realizzata in collaborazione con alcuni istituti scolastici di Verona, è quello di sensibilizzare i ragazzi al mondo della disabilità, mostrando loro come una Società professionistica, in questo caso il ChievoVerona, possa offrire una valida alternativa a tutti coloro che possiedono diverse problematiche fisiche e mentali.

In occasione di queste giornate promozionali, i veri protagonisti sono proprio i ragazzi del ChievoVerona For Special che raccontano in prima persona la propria esperienza all’interno della squadra gialloblù, un mix di attività che li ha portati a raggiungere anche traguardi importanti. Dagli allenamenti che svolgono due volte a settimana sui campi del Bottagisio Sport Center alle partite di campionato che affrontano nel corso della stagione, con tanto di trasferta in quel di Parma, i gialloblù si raccontano a tu per tu con i giovani studenti incuriositi sempre di più da questo singolare progetto. Una volta conclusa la parte in aula, si scende poi tutti in campo per provare insieme un’ordinaria seduta di allenamento composta da un percorso coordinativo, uno situazionale e uno tecnico, per chiudere poi con la consueta partita finale.

Un evento che sembrerebbe aver catturato l’attenzione anche da parte delle istituzioni veronesi uno tra tutti il Comune di Villafranca che, lo scorso 2 maggio, ha organizzato una mattinata speciale in collaborazione con l’Istituto Cavalchini-Moro di Villafranca. Sui campi delle piscine comunali di Via Olimpia, il ChievoVerona For Special è stato accolto non solo dagli studenti e dai docenti dell’istituto, ma anche da Nicola Terilli, Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Villafranca che si è mostrato entusiasta del progetto avviato dalla Società gialloblù.

Un ottimo modo, quindi, per far conoscere sempre di più un’attività che negli ultimi anni sta dilagando in tutta Italia, tanto che ormai numerosi club di Serie A, e non solo, hanno deciso di adottare una loro squadra For Special. Il Chievo, però, a differenza delle altre Società, è riuscita a crearne una dall’interno grazie alla collaborazione delle varie cooperative.

Impegno, tenacia e rispetto dell’avversario: così i gialloblù si sono distinti in campo e, anche di fronte alle sconfitte, hanno saputo comportarsi da grandi atleti. Alla fine, non potevano che essere premiati se non con la targa “Fair Play” assegnata proprio al ChievoVerona For Special in occasione dell’ultima giornata di campionato. “Per aver espresso grandi meriti e valori sportivi” si legge sul riconoscimento consegnato ai ragazzi: un premio che in questo caso vale più di qualsiasi vittoria.